Che differenza c’è tra filtro meccanico e filtro biologico?

Per filtraggio meccanico si intende quel filtraggio che ferma lo sporco grossolano ma non lo elimina o trasforma. Il filtraggio biologico è quello che, grazie all’azione dei batteri nitrificanti trasforma le sostanze organiche in ammonio -> nitriti -> nitrati. In pratica qualunque filtro meccanico è anche biologico perché i batteri si insediano su qualunque superficie, però per avere una maggior superficie da dedicare ai batteri si preferisce usare dei substrati particolari in modo da avere più superficie possibile in parità di spazio occupato. Di solito i comuni filtri per acquari hanno un primo filtraggio meccanico effettuato da lana di perlon o spugna e poi i cannolicchi per il filtraggio biologico.

Come funziona la pompa booster per un impianto di l’osmosi ?

La pompa booster viene inserita in serie all’impianto praticamente non fa altro che aumentare la pressione dell’acqua da trattare per portarla a valori che permettono una pressione ottimale alla permeazione …..di certo non si possono mettere pompe a caso ma valutare la pressione che ci serve e in base alla membrana inserita nell’impianto.

Se questa pompa risulta troppo grossa che realizza una pressione troppo alta avremo una cattiva permeazione per la poca permanenza nel setaccio o membrana e quindi acqua con valori permeati non ottimali,
Se invece è troppo piccola il tempo di permanenza nella membrana sarà troppo alto e quindi non ci sarà una ottima filtrazione per via della poca pressione che favorisce il setaccio avendo poca acqua recuperata e con valori notevolmente proibitivi .

Per esempio se la scheda tecnica di l’impianto d’osmosi dichiara che la membrana di un determinato impianto da’ il massimo alla pressione di 3,1kg e la rete è a 1,5kg bisogna impiegare una pompa che aspira a circa 1,5 è che la porti a 3,1 Kg.

Come si tolgono i graffi dai vetri ?

Pasta abrasiva grana fine della 3M o pasta per lucidare l’ottone e utilizzare un tampone di lana d’agnello. Vengono via solo graffi superficiali e non quei profondi, il vetro va fatto per intero e non a pezzi, una volta terminato pulire con alcol etilico o alcol isopropilico (da acquistare in farmacia….costa un botto) per eliminare la pasta e di seguito una passata d’aceto caldo e sciacquare abbondantemente con acqua calda. Attenzione sempre se i graffi non sono profondi altrimenti si procede alla sostituzione del vetro.

Dove va inserito il riscaldatore in vasca ?

Di norma il riscaldatore va inserito in verticale vicino al tubo di uscita ,nel caso si tratti di filtro esterno,se si possiede un filtro interno esso va inserito nel vano in cui entra l’acqua da filtrare

I test a striscette sono affidabili ?

I test a striscette sono inaffidabili ma possono essere utilizzati per avere solo una idea di massima ma senza avere nessuna precisione a differenza dei test a reagente liquido che sono abbastanza affidabili

Come si lavano spugne o perlon ?

Utilizzate l’acqua dei cambi dell’acquario in un secchio . Poi buttate via o, ancora meglio, utilizzate per annaffiare i fiori.

I Cannolicchi vanno lavati?

Bisogna sempre evitare di toccare i cannolicchi in quanto è il supporto di sostegno dei batteri che colonizzeranno nelle loro cavità e lavarli significa andare a debilitare la flora batterica.

Se si è costretti a intervenire con azioni di pulizia in quanto si è creata troppa melma che ne fa inevitabilmente scendere la portata della pompa allora aspirare nel vano filtro smuovendo i cannolicchi stessi, la cosa migliore e inserirli in un sacchettino per averne una migliore e pratica gestione.

Il fitro va tenuto sempre acceso ?

La pompa che fa circolare l’acqua nel filtro deve stare sempre accesa. Solo cosí garantirà il giusto apporto di ossigeno ai batteri che “lavorano” nel filtro stesso.

Se si spegne inevitabilmente si va incontro ad una moria dei batteri facendo collassare il filtro.

Si avrà un alto contenuto di NO2 perché i batteri rimasti consumeranno ossigeno sottraendolo agli NO3