Come posso debellare alcuni tipi di alghe?

Acqua ossigenata 3%. 

Filtro spento per 60 minuti per dare tempo all’ acqua ossigenata di agire. La dose di 20 ml ogni 100 lt non provoca danni ne ai pesci ne al filtro biologico. Dopo il trattamento sarebbe utile fare un cambio di acqua. E’ una battaglia lunga e dura. Quando le colonie sono numerose ed hanno colpito molte piante ed arredi il trattamento migliore come efficacia e rapidità è il Chemiclean.

Naturalmente l’acqua ossigenata è la comune che trovate nei supermercati, e la potete utilizzare tranquillamente.

La terapia del buio spesso non risolve il problema e distrugge le piante. Tenere la luce spenta non serve a niente. Riducete a  6 ore ma non è con quello che risolvete sicuramente il problema.

Vi consiglio comunque di dare una bella lettura al nostro articolo Qui

Come riconosco se un pesce ha l’idropsia?

uno dei metodi è osservarlo da sopra e vedi se ha solo i fianchi slargati o se è gonfio anche sulla testa,in poche parole devi vedere se il gonfiore è localizzato al solo ventre o a tutto il corpo e il trucchetto è osservarla da sopra

Devo curare i miei pesci, posso trattarli in vasca?

In generale è meglio fare le cure medicinali in una vaschetta di quarantena apposita, per evitare di inserire medicinali in vasca. Esistono comunque dei prodotti appositi che possono essere inseriti in acquario e non danneggiano il filtro, ma bisogna seguire rigorosamente il foglietto illustrativo. Non bisogna assolutamente utilizzare antibiotici o disinfettanti in vasca, dato che vanno a eliminare anche i batteri necessari per il buon funzionamento della vasca. Questi trattamenti devono essere fatti in vasca a parte.
Anche i trattamenti con sale non iodato devono essere svolti in vasca a parte, poiché il sodio, se presente in elevate quantità, compromette la salute delle piante.

Posso curare i pesci in vasca ?

In genere è opportuno per effettuare delle cure mediche ai pesci isolarli in vaschette a parte chiamate vasche di quarantena per evitare di inserire medicinali in vasca che andrebbero a impattare sullo stato del filtro alterando le condizioni biologiche dello stesso. Ad ogni modo esistono alcuni medicinali che in via eccezionale possono essere impiegati in vasca e non alterano in nessun modo il ciclo biologico senza impattare sulle condizioni del filtro ma bisogna attenersi rigorosamente al foglietto illustrativo .

le vaschette possono essere anche di pochi litri basta che siano dotate di termoriscaldatore e areatore .

 

Devo curare i miei pesci, posso trattarli in vasca

In generale è meglio fare le cure medicinali in una vaschetta di quarantena apposita, per evitare di inserire medicinali in vasca. Esistono comunque dei prodotti appositi che possono essere inseriti in acquario e non danneggiano il filtro, ma bisogna seguire rigorosamente il foglietto illustrativo. Non bisogna assolutamente utilizzare antibiotici o disinfettanti in vasca, dato che vanno a eliminare anche i batteri necessari per il buon funzionamento della vasca. Questi trattamenti devono essere fatti in vasca a parte.
Anche i trattamenti con sale non iodato devono essere svolti in vasca a parte, poiché il sodio, se presente in elevate quantità, compromette la salute delle piante.

Puntino bianco sulla cute

trattasi di incistazione batterica .

Passerà semplicemente con termoterapia ,alzare la temperatura a 30 gradi